Hogan Rebel Uomo Primavera Estate 2014

E aggiunge: Nonostante si gravitasse ambedue a Carrara, l’ho conosciuto meglio in un incontro occasionale al Parco della scultura Casa ai Venti a Monticiano (Siena), accolti dall’amico carissimo comune Mario Ciulli e Barbera, collezionisti, al quale Parco sono esposte 2 opere in permanenza di entrambi. Particolarmente conviviali, erano le mostre che organizzava nel suo studio “Centoquindici” (con la stimata amica critica Giovanna Riu) momenti di particolare dialogo e incontri fra operatori del settore, retaggio di comportamenti sociali e comportamentali artistici degli anni ’70, ’80. Di formule di associazione culturali compartecipative, purtroppo, oramai in disuso per il trionfo dell’individualismo.

L è tale che il Conservatore dell Torre, quella di San Martino, ha lanciato una sottoscrizione pubblica per raccogliere 750 mila euro: finora ne ha trovati un decimo. Scrivevano nel 1961 i giornali che c fiumi di scolaresche e duecentomila pellegrini l allora, sui luoghi della memoria. Oggi sono scesi a un quarto, i bus scolastici sono sempre di meno e, spiega il custode della rocca Anselmo Salandini, i ragazzi hanno le cuffiette per non sentire le maestre e i professori.

La proposta è stata accolta con favore dall’associazione Amici della biblioteca universitaria di Pisa. Il capogruppo di Forza Italia Giovanni Garzella (nella foto) si legge sul profilo facebook dell’associazione propone di tenere una seduta del consiglio comunale proprio dentro la Sapienza per dare un segno dell’attenzione con cui l’amministrazione comunale segue la vicenda. una ottima idea, cui davvero non avevamo pensato.

A messaggi pi sintetici come quello di Syria, che ha salutato Jannacci con un “ciao signor Enzo”, si accompagnano twitt pi personali come quello di Paola Turci: “Rimangono tutte le tue canzoni e un pezzo di strada fatta insieme”. Ironico Frankie Hi Nrg: “Ciao Enzo non ti scapicollare”. Triste Luca Bizzarri: “Cristo come mi dispiace.

Una partita equilibrata, contro un avversario sempre alla ricerca della rete, e che svolta nel tie break, dove Paolino ha un set point sul 6 5 ma spedisce un colpo sul nastro, poi un altro sul 7 6 e lo spreca con uno sciagurato doppio fallo. Ma non è finita: sul 7 7 altro doppio fallo e primo parziale svanito. Lorenzi potrebbe allungare nel secondo set, quando non sfrutta due palle break sul 2 1, e poi si consegna al francese sul 3 3 con il break decisivo: per l’azzurro, sceso al numero 63 del mondo, si tratta della 14a sconfitta nelle ultime 16 partite.

Lascia un commento