Hogan Velcro Sneakers

“Tra il living theatre e la fabbrica degli incapaci” forse la definizione migliore che Jannacci d di quello spettacolo. Un anno dopo Sodi si avvicina all che pi lo aveva aiutato a non sentirsi emarginato a Milano: “Quando l incontrato per la prima volta non mi ha deluso, come a volte avviene quando i fan conoscono i propri idoli. Enzo mi sembrato subito all dell che avevo di lui.

Vincenzo è sempre maggiore di 9 punti quindi i play off al momento non si disputerebbero. Domenica altra gara importante per il Bibbona a Suvereto. Palazzi Monteverdi. Come l Il prodotto finale risultato talmente amarognolo da ingannare alcuni mastri birrai in uno studio in doppio cieco (dove cio anche gli sperimentatori non sapevano quale fosse la birra senza luppolo). La nuova birra parsa pi aromatizzata al luppolo di una normale American ale. Per ora il processo rimarr negli stretti confini del laboratorio, ma se un giorno dovesse essere adottato dal mondo industriale, porterebbe a bevute pi “verdi” e sostenibili..

A Zingaretti sono arrivati anche gli auguri, un po’ velenosi, del suo sfidante del centrodestra Parisi. La nostra Regione merita di più e deve essere governata in modo più dignitoso”, ha detto. “Zingaretti ora deve trovare sostegno in consiglio regionale ma non certo da parte nostra”, ha aggiunto Parisi.

“A sentirlo mi vengono i brividi, perch successo proprio cos come se me l’avesse mandata lui. Era morto da poco e mi mancava la sua energia, mi mancava come amico, sapere che il Califfo non fosse pi in giro mi faceva soffrire. Avevo comprato una sua antologia, e la ascoltavo in continuazione.

Arte CulturaLa Società Umanitaria celebra i suoi 125 anni con una mostra. Nel segno della solidarietà, l’Ente dell’Umanitaria ha svolto un’azione sociale coraggiosa, nell’edilizia popolare, nella difesa dei lavoratori e degli emigranti, nella formazione: la mostra “Pionieri di Arditezze Sociali. Formazione, lavoro ed emancipazione in Italia nella storia della Società Umanitaria (1893 2018)” si svolgerà da giovedì 8 marzo al 6 maggio in due sedi, a Palazzo Moriggia e Palazzo Morando, e proporrà fotografie, stampe, documenti (da approfondire con la tecnologia “QR code”, che consentirà di consultare il sito dell’Umanitaria o la Biblioteca Digitale Lombarda) che testimoniano la vita dell’ente attraverso il ‘900: le iniziative come il collocamento, le case operaie, il Teatro del Popolo, e i personaggi che vi contribuirono, come Prospero Moisè Loria, Maria Montessori e Filippo Turati..

Lascia un commento