Scarpe Hogan Scontate Milano

Sintesi caleidoscopica dell’eros latino, le Metamorfosi di Ovidio sono state fondamentale riferimento sin dall’antichità per molti pittori che ne hanno ripreso i temi, cimentandosi anche nel non facile compito di rappresentare nella fissità della realizzazione pittorica la narrazione di ciò che, per definizione, è in movimento: la metamorfosi. Un pendant di dipinti, diviso ora fra Italia e Stati Uniti, raffigurante Apollo e Dafne e Pan e Siringa, rappresenta un significativo caso studio per dare avvio a una riflessione sui sottili rapporti che intercorrono fra l’invenzione del soggetto dovuta al poeta Ovidio, la modalità teorica con cui debba essere rappresentato tale soggetto, elaborata dal filosofo e committente inglese Conte di Shaftesbury e la realizzazione artistica di tale teoria dovuta al pittore cilentano Paolo De Matteis. Scopo ultimo della riflessione è quello di meglio comprendere, tanto storicamente quanto fenomenologicamente, l’intelligenza propria di un linguaggio pittorico che struttura dall’interno le immagini, rendendo efficace la loro capacità di mostrare sia ciò che le parole narrano sia ciò che il pensiero teorizza.A kaleidoscopic synthesis of the Latin eros, Ovid’s Metamorphoses have been a fundamental point of reference, since ancient times, for the many painters who drew their subject matter from this text and also undertook the far from simple task of using the static nature of the pictorial medium to represent the narration of what is by definition in motion: metamorphosis.

Bimbi uccisi: le scuse di Peres Il presidente israeliano uscente, Shimon Peres, ha intanto chiesto scusa ai palestinesi per l’uccisione dei quattro bambini su una spiaggia di Gaza. Intervistato dalla Bbc, Peres si è detto “profondamente dispiaciuto” per le giovani vittime, la cui morte è stata “conseguenza di un incidente”. Peres ha detto che “l’Aeronautica presta la massima attenzione per non colpire i bambini”.

Questa una cosa che ci ho messo un po a capire: mi sembrava una rivoluzione tutta guidata da ingegneri e tecnocrati, ma non avevo fatto i conti con l californiana. Da noi se negli anni Settanta avevi un cognato ingegnere informatico, non che ci passavi le sere fumando spinelli, ecco, n pensavi che potesse avere in mente di sfasciare il sistema. Era gi tanto se non andava in Chiesa.

Un gesto che non pu che essere punito, purtroppo siamo sfortunati perch se non ci fosse stato la frattura della mano l sarebbe stato circoscrivibile. Ho visto Petrucci e speriamo che la nazionale trovi le energie in virt della sua mancanza. Le squadre spesso si compattano in momenti di difficolt come questo”.

Lascia un commento